Nascita e scopo della Fondazione Monasteri

Il Concilio Ecumenico Vaticano II, con la Costituzione Ad Gentes, chiese di portare in tutto il mondo anche la vita contemplativa, come un necessario complemento alle attività di evangelizzazione o di carità anche nelle terre di missione. L’invito ci ha colpite e abbiamo cercato di rispondervi nel nostro piccolo e con le nostre possibilità.

La ONLUS “Nostra Signora della Pace” è nata per coordinare gli aiuti al monastero Trappista di Nasoma y’Ombembwa e alle numerosissime iniziative caritative nate attorno ad esso. In seguito Valserena fonda un piccolo Monastero trappista in Siria e sostiene i passi di questa realtà che miracolosamente continua a vivere e svilupparsi, sia pure lentamente dal 2005 sino ad oggi. Siamo però ben consapevoli che il nostro mondo più che di pane ha bisogno di luce, di significato, di parola vera; che il nostro compito di preghiera non è mai disgiunto dal condividere il pane e dal seminare la parola. Il profondo disagio della povertà spirituale e materiale non colpisce solo i paesi così detti non sviluppati, o le civiltà “altre”, ma attacca profondamente il cuore della nostra stessa civiltà europea, che è stata cristiana ma che o si vuole ancora cristiana o non è più.

Per porre le basi di un discorso più ampio, che coinvolga, oltre ai monasteri e all’aiuto ai monasteri, i bisogni e il bisogno più profondo del nostro mondo è nata la FONDAZIONE MONASTERI, per ora ancora ai primi passi per esiguità di forze.

La Fondazione Monasteri, si è costituita nel 2009 ed ha sede a Bologna. Ha come scopo di contribuire alla conservazione e alla diffusione dell’eredità religiosa, culturale, artistica di cui il monachesimo è portatore, perché i monasteri possano ancora oggi mettere a servizio degli uomini del nostro tempo il loro patrimonio di tradizione e di forza spirituale. Perché questo sia possibile occorre aiutare i monasteri a vivere.

La Fondazione Monasteri è promotrice di un PROGETTO CULTURALE che si articola in due parti: da un lato manifestazioni come mostre, pubblicazioni, riviste che traggono ispirazione dalla comune radice della nostra cultura italiana ed europea in dialogo con il mondo; dall’altro un aiuto alla coltivazione concreta di realtà monastiche, per lo più piccoli insediamenti bisognosi di supporto. La fondazione ha quindi anche lo scopo di venire incontro ai bisogni di queste comunità monastiche e contemplative, dando loro un supporto di ordine formativo informativo, amministrativo, giuridico, fiscale e nella misura del possibile anche un aiuto finanziario. Ha inizialmente aiutato le case fondate dal monastero Cistercense di Valserena, la comunità Nassoma‘Yombembwa, in Angola, e il monastero di Nostra Signora Fonte della Pace, un piccolo nucleo di sorelle stabilito in Siria dal 2005. Altri aiuti sono forniti a realtà monastiche, piccoli nuclei e persone singole in Italia. Su questi aiuti si conserva la necessaria discrezione.
Per sapere di più sull’opera della Fondazione in Italia contattare: info@fondazionemonasteri.it

L’Associazione NUOVA CITEAUX collabora al Progetto culturale della Fondazione Monasteri. Le finalità, nonché l’oggetto dell’attività associativa sono favorire la conoscenza e la diffusione, all’interno e all’esterno delle comunità monastiche, della cultura benedettino-cistercense, sia nell’espressione della vita concerta delle comunità sia nel patrimonio di spiritualità di cui sono eredi e responsabili. L’associazione pubblica la rivista Vita Nostra, cura pubblicazioni monastiche, spedisce una newsletter che si può richiedere accedendo al sito www.vitanostra-nuovaciteaux.it

Monica della Volpe

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici da parte nostra. Non utilizziamo cookie di terze parti. INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi