Il Seme – 24/2010

Dal Soke

Un doposcuola tutto speciale

Emilio, dal 1999 volontario in Angola per alcuni mesi l’anno, lavora con i ragazzi, li aiuta nello studio e in ogni loro necessità. Grato di tutto quello che ha vissuto, dato e ricevuto scrive:
Che fortuna ho avuto. Essere animatore e testimone di questo sviluppo. L’Angola è lontana da un vivere normale (come noi intendiamo), ma questi giovani sono una vera speranza di cambiamento. Sto concludendo quanto mi ero prefissato, il gruppo ha praticamente ultimato le scuole superiori (il penultimo quest’anno e l’ultimo il prossimo), ma non pensavo che questo progetto avesse già messo le “radici” per delle nuove “piante”. Riaffiorano nella mente i primi gesti di solidarietà ricevuti in Italia: un flusso non certo assicurato, ma costante da parte dei miei familiari, della scuola di Gravina, dell’Associazione Ex Allievi don Gnocchi e di persone conosciute e non. Era l’aprile del 1999 quando è iniziato il doposcuola nel cortile delle Monache Trappiste, un anno particolarmente pieno di spari durante la notte (… sono stato un temerario a rimanere): era il periodo della guerra, che è terminata il 22 febbraio 2002. Sono qui: è stato positivo!

Emilio

Nuovo anno scolastico anche per il collegio

Quest’anno le bimbe sono aumentate di numero, si è aperta la porta a 30 bambine di quinta elementare e la scuola per la prima volta sarà lì al villaggio. Fino all’anno scorso alla Tchilonga c’erano solo le classi dall’asilo alla quarta. Chi faceva classi superiori doveva andare in moto, in bici, o per lo più a piedi a Chipipa, il comune a 11 chilometri. Questo nuovo passo riempie tutti di allegria anche perché il ministero dell’educazione ha promesso che, con questo bel gruppetto di 50 alunni, il prossimo anno ci sarà la sesta classe e così via fino alla nona. Ringraziamo Dio e i benefattori che hanno reso possibile questo sogno. Intanto al collegio si spera di ricevere un aiuto per costruire la cucina a legna esterna, la lavanderia coperta e sei piccoli bagni perché i quattro interni sono insufficienti per 35 bambine. La vita fiorisce e continuerà a fiorire finché i cuori sensibili non si stancheranno di guardare al bisogno dei fratelli ospiti di questa umile terra in cammino verso la patria celeste.

n. 24/2010 – Luglio 2010
Direttore Responsabile: sr. M.Laura Rossi Zanetti

 

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici da parte nostra. Non utilizziamo cookie di terze parti. INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi