Il Seme – 12/2006

La forza del seme

La fame nel mondo, i genocidi della fame nel terzo mondo e i diritti della dignità umana. Queste tragiche realtà, nel mondo consumistico-mediatico spesso sembrano quasi banali, ripetitive. Si fa presto a dire fame, ma in Angola Dio cammina tutti i giorni per strade di fame, di malattie: colera, tifo, lebbra. Nelle periferie di Luanda, la capitale, non esistono acquedotti, fognature, latrine. Lavarsi è un lusso di pochissimi e la maggioranza trascina la giornata con sei, sette litri d’acqua appena sufficiente per non morire di sete. Sappiamo che l’Angola è un Paese ricco di petrolio, diamanti, oro e uranio, ma la vita media non supera i quarant’anni e la mortalità infantile è spaventosa. Si fa presto a dire fame…
Solo la speranza e la fede in Cristo e nella sua Chiesa, può dare la forza, il coraggio di spenderci al servizio degli ultimi contro ogni violenza e ingiustizia del potere.

n. 12/2006 – Luglio 2006
Direttore Responsabile: sr. M.Laura Rossi Zanetti

 

Articoli correlati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie tecnici da parte nostra. Non utilizziamo cookie di terze parti. INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi